italianoenglishfrancese
area stampa
 

DISSOLVENZE

Le cave di Favignana, suggestive sedimentazioni stratificate, si riflettono imponenti sull’acqua cristallina del mare. Le foto di quest’isola egadiana cercano, con la doppia esposizione, di raggiungere l’anima della pietra, lo spirito della seduzione che riemerge sublimato nell’evocazione del femminino, terra madre e venere idealizzata.
La dea appare tra le fenditure taglienti, i seni sono accolti tra le conche scavate dal tempo, le anche si curvano tra le morbide dune di sabbia, il ventre si inabissa dentro l’oscurità delle grotte, il corpo intero diventa un concio di tufo, una conchiglia tra le anse, il rifugio delle maree.

Le foto a colori, calde di scirocco, amplificano l’erotismo di queste immagini, dove il tufo è un continuo richiamo per i sensi.

Questi scatti sono realizzati su pellicola di grande formato con doppie o triple esposizioni in ripresa, senza manipolazioni in post-produzione.